Piazza di Nikola Šubić Zrinski

La piazza prende il nome Nikola Šubić Zrinski (1508 – 1566), bano croato ucciso nella difesa eroica del Szigetvár dai Turchi. Nella nostra città ricca di piazze verdi Zrinjevac è la più conosciuta. Risulta difficile immaginare che alla fine del XIX secolo questo luogo era un pascolo che ospitava il mercato del bestiame. Questo spazio è stato trasformato nel viale lussuoso con i platani importati da Trieste, con il padiglione musicale, fontane e busti dei personaggi di fama. Zrinjevac è la prima di una serie di otto piazze ideate dall’ingegnere Milan Lenuci nel suo progetto di sviluppo urbanistico. Questa serie di piazze viene chiamata Ferro di Cavallo di Lenuciin suo onore, e richiama nella sua forma la Ringstrassedi Vienna. Qui si inizia la passeggiata attraverso la Città Bassa, galleria all’aperto della cultura cittadina del XIX e del XX secolo.

Sin dal lontano 1884 questa colonna misura le condizioni meteorologiche. E’ stata un regalo alla città di Zagabria da parte del medico Adolf Holzer. Vale la pena fermarsi di fronte alla colonna di marmo, controllare la temperatura e la pressione dell`aria, controllare l`ora esatta sul suo orologio. Nel XIX secolo molti cittadini benestanti hanno regalato alla città degli oggetti di valore, come ad esempio il vicino padiglione musicale.

La prima fontana zagabrese è stata eretta poco dopo l`inaugurazione dell`acquedotto a Zagabria nell`anno 1878. È stata progettata dall`architetto Herman Bollé e rinfresca i passeggeri durante le calde serate estive. A causa del suo aspetto particolare è stata chiamata Fungo Porcino (Vrganj).

Nel palazzo in stile storicistico Vranyczany-Hafner a Zrinjevac si trova il Museo archeologico che nel suo patrimonio di circa 400.000 artefatti espone molti segreti archeologici. Il libro di lino zagabrese ha una storia affascinante ancora inesplorata. Il corpo della moglie del sarto di Tebe era avvolto nel tessuto di lino sul quale è riportato il calendario liturgico etrusco. Oggi questo telo è il più antico testo etrusco conservato, non ancora del tutto decodificato. La donna di Salona, secondo il parere di parecchie persone, è il più bel ritratto della scultura romana ed è di certo l`inquilina più graziosa del museo. Si trova qui anche la colomba di Vučedol, il più famoso reperto archeologico croato, parte di un rituale mistico della cultura eneolitica risalente a 3000 anni a.C.

L`Accademia Croata delle Scienze e delle Belle Arti, l`istituzione più importante nel campo scienti fico ed artistico croato, si trova nel palazzo in stile neorinasci mentale, costruito esclusivamen te per questo scopo nel 1880. Nell`atrio viene custodita la lapide di Bescanuova in originale, una lapide con una delle più antiche scritte in lingua croata a caratteri glagolitici, risalene al periodo a cavallo tra i secoli XI e XII. Nella Galleria dei Maestri Antichi di Strossmayer sono custodite le opere create dal XV al XIX secolo, collezionate da J.J. Strossmayer, fondatore dell`Accademia. È inevitabile visitare il qua dro Abramo sacrifica Isaccodi Federico Benković che evoca in modo maestrale la tensione del momento emotivo in cui il padre sacrifica il figlio primogenito.

Di fronte all`Accademia, in un pa lazzo di stile storicistico, è situata la Galleria Moderna, il museo di arte figurativa moderna croata del XIX e XX secolo. Due secoli di pittura e scultura croata sono pre sentati dagli autori più conosciuti. Le opere sono esposte cronologi camente: dalla rappresentazione degli eventi storici nei quadri di Oton Iveković e Vlaho Bukovac, al simbolismo misterioso della Secessione croata, alle ombre mor bide e poetiche del pittore Emanuel Vidović. Sono esposte le opere di valore dei pittori Kraljević, Račić e Becić dagli inizi del XX secolo, un periodo movimentato della cultura artistica europea. In esposizione permanente si trova anche una selezione delle opere degli autori contemporanei affermati.

INFORMAZIONI SUL CORONAVIRUS

The application procedure for obtaining the Safe stay in Croatia safety designation

Celebrità di Zagabria

Eric Sardinas

Eric Sardinas

Sono sempre felice di viaggiare a Zagabria dove mi sento benissimo ed mi pare che sia passato troppo tempo dalla mia ultima visita, anche se si tratta di un po' di più di un'anno.

Source: www.muzika.hr

The Fratellis (Jon)

The Fratellis (Jon)

Grazie a tutti coloro che sono venuti a trovarci a InMusic! La vostra città ci piace tantissimo e speriamo di rivedervi.

Fonte: INmusic festival

Pixies

Pixies

Il band PIXIES vi ringrazia di cuore per ancora una bellissima giornata a Zagabria! Grande Festival e il pubblico meraviglioso (si prega meno pioggia per la seconda volta !!), Arrivederci.

Fonte: INmusic festival

Wolfmother

Wolfmother

Il luogo dove si svolge il festival e la città di Zagabria dove abbiamo trascorso una mattinata molto rilassata sono meravigliosi.

Fonte: INmusic festival

Juliette Gréco

Juliette Gréco

Ho un bel ricordo di Zagabria - è una bellissima città con  gente stupenda e amichevole. Anche il pubblico è stato stupendo. Il ricordo di quel concerto è davvero un souvenir bellissimo.

Source: www.muzika.hr

David Byrne

David Byrne

Zagabria è perfetta per andare in bici, ad eccezione della parte collinare della città. David Bryne (Talking Heads), in occasione della pubblicazione del libro "Diari della bicicletta".

Source: www.mvinfo.hr

Baka DJ, Ruth Flowers

Baka DJ, Ruth Flowers

Zagabria è bellissima. Quello che mi è piaciuto di più è la gente. Tutti sono molto gentili e amichevoli. Non potevo augurarmi un ospitalità migliore. 

Source: Hotel Antunović Zagreb

50Cent

50Cent

Ero felicissimo di visitare Zagabria, soprattutto perché venivo con mia madre. Il mio staff si è informato bene per farci vedere le cose principali della città!

Source: Hotel Antunović Zagreb

Courtney Thorne Smith

Courtney Thorne Smith

Grazie per una delle migliori esperienze dell'ospitalità alberghiera. Le camere erano bellissime, il personale stupendo, ogni momento era perfetto. E Zagabria... Magica! Perfetta!

Source: Esplanade Zagreb Hotel

Tommy Emmanuel

Tommy Emmanuel

Mi è piaciuta tantissimo la sala da concerto "Lisinski". È stato stupendo esibirsi a "Lisinski" perché la gente ascoltava con attenzione e sentiva la musica. Si tratta di una sala veramente bella e sono stato onorato di poter esibirmi lì. Mi è rimasto un bellissimo ricordo del mio primo concerto a "Lisinski".

Source: www.muzika.hr