Chiesa di Santa Maria

Originariamente un monastero e dall'inizio di Cinquecento la chiesa parrocchiale, è stata costruita su un altopiano che scende verso Kaptol.

In questo luogo, dal Duecento viene menzionata la cappella dello stesso nome, ovvero la chiesa della quale si sa soltanto che apparteneva ai cistercensi, che avevano un monastero e una piscina sulla propria terra vicino Ruscello (oggi via Tkalčićeva). All'inizio del Seicento, l'ordine cistercense si è spento e la chiesa di Santa Maria è diventata una parrocchia. Sull'illustrazione più antica conservata di Zagabria (Cinquecento) la chiesa è disegnata vicino alle mura di Kaptol ed è delle dimensioni minori rispetto alla cattedrale. Una piccola chiesa gotica con una torre sul lato est è stata ampliata in una struttura romanica, alla metà del Settecento, vicino alla quale è stato costruito un campanile. L'ingresso occidentale della chiesa con la scalinata è stato costruito  verso la fine dell'Settecento, ma generalmente si usa l'ingresso più piccolo con un portale barocco sul lato est. L'altare in marmo con le statue dei santi Pietro e Paolo e gli angeli è stato finito nel 1768 e l'affresco dietro l'altare, nel santuario, è stato dipinto dai pittori sloveni, il padre Franc e il figlio Christopher Jelovšek. Su quattro altari nelle navate laterali (1772-1773) con statue dei santi in marmo, c'erano dei dipinti del pittore sloveno Anton Cebej, di cui è rimasto solo uno, l'Adorazione dei Re Magi.  Le statue su tutti gli altari e le opere sul pulpito sono state realizzate dallo scultore e architetto di Lubiana, Francesco Rottman. Il pulpito è decorato dalla grande visualizzazione della predicazione di San Giovanni Battista. La chiesa non è stata distrutta nel terremoto del 1880 ed è stata usata per le messe al posto della cattedrale gravemente danneggiata, durante i lavori di riparazione. Oggi, la chiesa di Santa Maria è circondata dagli edifici moderni, costruiti dopo la ristrutturazione di Dolac nel 1925, durante il quale è stato distrutto anche il monastero cistercense.

Celebrità di Zagabria

Melanie Fiona

Melanie Fiona

Mi dispiace per non poter rimanere di più ma sono rimasta veramente stupita da Jarun, sia il lago sia tutti i club. C'è tutto il necessario per divertirsi.

Source: Hotel Antunović Zagreb

The Fratellis (Jon)

The Fratellis (Jon)

Grazie a tutti coloro che sono venuti a trovarci a InMusic! La vostra città ci piace tantissimo e speriamo di rivedervi.

Fonte: INmusic festival

Chris Urbanowicz

Chris Urbanowicz

Ricordo l'esibizione durante l'Inmusic festival. Non vedo l'ora di rivedere i miei fans. Credo che sarà molto emozionante.

Source: www.tportal.hr

Jesse Eisenberg

Jesse Eisenberg

Jesse Eisenberg ha trascorso l'autunno del 2007 a Zagabria. Zagabria è una città stupenda. Mi sono divertito visitando la vecchia parte della città ed uscendo di sera nei diversi club. Mi è piaciuto anche il fatto che la città è vicina all'Austria ed Italia. Ho trascorso i miei weekend a Venezia, Milano, Lubiana, Graz, Spalato...

Source: www.vjesnik.com

Baka DJ, Ruth Flowers

Baka DJ, Ruth Flowers

Zagabria è bellissima. Quello che mi è piaciuto di più è la gente. Tutti sono molto gentili e amichevoli. Non potevo augurarmi un ospitalità migliore. 

Source: Hotel Antunović Zagreb

Wolfmother

Wolfmother

Il luogo dove si svolge il festival e la città di Zagabria dove abbiamo trascorso una mattinata molto rilassata sono meravigliosi.

Fonte: INmusic festival

Juliette Gréco

Juliette Gréco

Ho un bel ricordo di Zagabria - è una bellissima città con  gente stupenda e amichevole. Anche il pubblico è stato stupendo. Il ricordo di quel concerto è davvero un souvenir bellissimo.

Source: www.muzika.hr

Foals

Foals

Siamo entusiasti per il primo concerto in Croazia e felicissimi che abbiamo avuto il tempo di visitare la bella città di Zagabria.

Fonte: INmusic festival

Alex Kapranos

Alex Kapranos

Alex Kapranos (Franz Ferdinand) ha parlato di Zagabria sul suo blog: http://bit.ly/nO3yin

Source: www.guardian.co.uk

 

Courtney Thorne Smith

Courtney Thorne Smith

Grazie per una delle migliori esperienze dell'ospitalità alberghiera. Le camere erano bellissime, il personale stupendo, ogni momento era perfetto. E Zagabria... Magica! Perfetta!

Source: Esplanade Zagreb Hotel