Search

Ovest


Source: Archives of Zagreb County Tourist Board

Zaprešić

La città di Zaprešić verrà per sempre associata al Bano Josip Jelačić, condottiero del movimento per l’autogoverno croato nel 1848, che negli anni seguenti si ritirò nella sua tenuta vicino a Zaprešić. Il palazzo di Jelačić a Novi Dvori è in fase di restauro a lungo termine, ma il parco

 

circostante offre numerose sorprese. Un granaio con struttura in legno oggi offre il suo spazio caratteristico alla Galleria Matija Skurjeni, in onore dell’artista autodidatta di provenienza locale le cui scene di vita di paese possiedono qualità surreali ed oniriche. Cercate anche

 

le guglie sottili del mausoleo della famiglia Jelačić, una delizia neogotica disegnata dall’architetto che progettò la Cattedrale di Zagabria, Hermann Bollé. Novi Dvori, con i suoi numerosi sentieri forestali ed un campo pratica per golf, presenta un forte potenziale ricreativo.



Source: Archives of Marijin dvor Lužnica Spiritual and Education Center

Palazzo Lužnica

A est di Zaprešić, innalzandosi sopra i campi di mais, il Palazzo Lužnica offre un esempio di notevole bellezza delle residenze aristocratiche del Settecento, le cui torrette decorate lo fanno assomigliare ad un castello francese. Dopo essere stato

 

di proprietà di diverse famiglie nobili, il Palazzo fu presentato alle Suore di Carità di San Vincenzo de’ Paoli, ed oggi si presta a raduni di contemplazione spirituale e preghiera. Il giardino paesaggistico del Palazzo è stato restaurato con cura riportandolo al suo splendore

 

ottocentesco ed è aperto ai visitatori ogni domenica pomeriggio. Il giardino è famoso per le querce grandiose e la ricchezza di erbe naturali, le quali vengono usate dalle suore per la creazione di liquori.



Source: Archives of Zagreb County Tourist Board

Samobor

Situato alle pendici di colline verdi accanto al ruscello gorgheggiante di Gradna, Samobor è una delle cittadine di campagna meglio preservate della Croazia settentrionale, e di conseguenza è una delle mete preferite degli escursionisti zagabresi. Tanti visitatori finiscono per fermarsi nella piazza principale ricca di bar per assaggiare le “kremšnite”

 

di Samobor, dolci ripieni di crema pasticcera che sfornano tutte le pasticcerie locali. Gli amanti delle belle arti troveranno numerosi luoghi d’interesse a Samobor. Alla Galleria Zlatko Prica si celebra la carriera di uno degli artisti moderni più importanti della Croazia. Inoltre con la fotografia innovativa della Foto Galerija Lang ed i colorati costumi tradizionali nel Museo Cittadino, c’è l’imbarazzo della scelta.

 

Samobor è anche il posto adatto per una passeggiata nel bosco, con sentieri che salgono per la collina verso il parco di Anindol e poi continuano attraverso la foresta verso i ruderi del castello duecentesco di Samobor. Il momento migliore per visitare Samobor è durante il Carnevale, nel finesettimana che precede il Martedì Grasso, quando la cittadina prende vita e si arricchisce di parate e feste in maschera.



Source: Archives of Zagreb County Tourist Board

Samoborsko gorje

A ovest di Samobor si innalzano i monti di Samobor (Samoborsko gorje), un piccolo gruppo di monti a cima piatta ricchi di boschi che offre occasioni per gite giornaliere ideali per escursionisti. La cima più alta del Samoborsko gorje è Japetić, 879 m, a due ore di

 

cammino da Šoićeva kuća, punto di ristoro e ristorante famoso. All’estremità sud-est del complesso montano si trova la cima ripida di Okić, incoronata dalle rovine di una delle fortezze medievali più imponenti della Croazia. Ai fianchi del monte Okić, la casa etnica “Pod Okićem”

 

(Sotto al monte Okić) è un museo privato che mette in mostra gli arredi ed i costumi tradizionali in un’abitazione tipica restaurata.



Author: D. Kunić; Source: Archives of Jastrebarsko Tourist Board

Plešivica

Il villaggio di Plešivica, situato sulle estremità orientali di Samoborsko gorje, presenta un paesaggio splendido, fatto di colline ondulate popolate da vigneti. Oltre agli eccellenti Pinot, Chardonnay e Riesling l’area è famosa per il Portugizac, un vino rosso fruttato che, in maniera simile

 

al Beaujolais, deve essere bevuto giovane. L’arrivo del Portugizac novello in ottobre è un momento di celebrazione. Diverse famiglie coltivatrici di vino a Plešivica offrono la possibilità di degustare i loro vini, spesso accompagnati da salumi e formaggi. La brochure

 

“Strade del vino di Plešivica”, disponibile presso l’Ente del Turismo della Contea di Zagabria, vi fornirà tutti gli indirizzi necessari.



Source: Archives of Zagreb County Tourist Board

Žumberak

Una delle tante regioni montane incontaminate a breve distanza da Zagabria, Žumberak è anche la più seducente. Per certi versi rappresenta un prolungamento del Samoborsko gorje ed è formata da una successione di creste alte, vallate strette e villaggi isolati

 

caratterizzati da capannoni per l’essiccamento del mais e cumuli di legna. Mentre si percorrono le strade di Žumberak è molto più facile incontrare un trattore piuttosto che un’automobile. La maggior parte del tratto montano è sotto la protezione del Parco Naturale di Žumberak, il cui centro

 

amministrativo si trova nel villaggio di Slani Dol, a ovest di Samobor, e può fornirvi informazioni sui sentieri a piedi o in bicicletta.

 

Opuscolo