Search

Nord-Ovest


Author: Elisabeth Daynès; Source: Archives of Krapina Neanderthal Museum

Krapina

Krapina, la capitale della regione, si estende ai piedi di una serie affascinante di monti a cima piatta. Krapina ha la fama di essere il paese natìo dell’Uomo di Krapina, un uomo di Neanderthal che visse di caccia nei dintorni della città circa 30.000 anni fa. I resti preistorici vennero scoperti a Hrušnjakovo, accanto a Krapina, nel 1899 da Dragutin Gorjanović Kramberger, rendendo il luogo uno dei più

 

importanti scavi dell’epoca Neanderthal in Europa. Un’esposizione multimediale sul luogo racconta lo stile di vita affascinante dell’uomo di Neanderthal. Gli oggetti scoperti qui indicano che fossero vissuti in grandi gruppi familiari ed avessero usato attrezzi di pietra per cacciare grossi mammiferi. Dall’altra parte della città, situata in cima al monte Trški Vrh, si trova la Chiesa di Santa Maria, uno dei luoghi di pellegrinaggio più importanti

 

dello Zagorje. Fu costruita nel 1750 in onore alla statua miracolosa di Santa Maria, portata dalla Terra Santa da un pellegrino nel 1669. La chiesa, circondata da un anello di arcate, presenta al suo interno affascinanti affreschi di Anton Lerchinger ed una splendida collezione di altari, costruiti dei maestri barocchi Anton Mersi da Slovenia e Filip Jakob Straub da Austria.


Veliki Tabor

Il castello di Veliki Tabor, con enormi bastioni tondi che spuntano verso l’alto da un colle verde, è per certi versi il marchio di fabbrica visuale di tutta la regione di Zagorje. Costruito nel

 

primo Cinquecento, all’apice del pericolo Ottomano, il castello fu riadattato per scopi residenziali in tempi più pacifici, quando arcate rinascimentali furono aggiunte al cortile interno. Un museo nella corte centrale espone artefatti scovati durante il restauro del castello, insieme a complementi d’arredo del Rinascimento.

 

Veliki Tabor ospita tradizionalmente il Tabor Film Festival a inizio luglio, una celebrazione annuale di lungometraggi e cortometraggi indipendenti.



Source: Archives of Kumrovec Old Village Museum

Kumrovec

Una delle mete escursionistiche più popolari dello Zagorje, Kumrovec è un villaggio tradizionale di agricoltori, i cui edifici sono stati ristrutturati per creare il Museo Antico Villaggio (Muzej “Staro selo”). In pratica esso è una collezione etnografica all’aria aperta e presenta un raggruppamento

 

affascinante di casette con tetti ricoperti di paglia, molte delle quali sono arredate all’antica maniera, con mobili ed attrezzi agricoli d’epoca. Diverse abitazioni espongono manufatti contadini tradizionali, dai tessuti ricamati che fabbricano le donne dello Zagorje ai dolci di pan di zenzero a forma di

 

cuore sfornati dal pasticcere locale. Gli artigiani sono spesso presenti per mostrare la propria arte, mentre i turisti possono cimentarsi nell’utilizzo del tornio da vasaio.


Klanjec

La piccola cittadina di Klanjec, situata in una valle circondata da monti, si espande all’ombra del campanile bianco e nero della sua chiesa francescana del Seicento. La chiesa, inizialmente, servì da mausoleo alla potente famiglia Erdödy, ed ultimamente sono stati restaurati e messi in esposizione, in una tomba costruita appositamente,

 

due sarcofagi della famiglia. La bara di Emerik Erdödy, montata sopra a due cervi inginocchiati, è uno degli esempi più eclatanti di arte funeraria barocca in Europa Centrale. Di fronte alla chiesa si trova la galleria dedicata allo scultore Antun Augustinčić (1900 -1979), nato a Klanjec. Augustinčić studiò a Zagabria e Parigi, e successivamente divenne uno degli artisti

 

più in voga dell’epoca. L’esemplare più interessante dell’esposizione è il calco della statua equestre monumentale intitolata “Pace” – l’originale è posizionato di fronte all’edificio delle Nazioni Unite a New York. Lo stesso Augustinčić è seppellito nel giardino; il luogo esatto viene segnato da una statua commovente rappresentante un soldato ferito.


Pregrada

La cittadina di Pregrada, situata sotto ai monti a nord di Krapinske Toplice, è dominata dalle torri gemelle della sua parrocchia. Spesso chiamata “Cattedrale dello Zagorje” a causa della sua grandezza, la chiesa possiede un potente organo, inizialmente costruito per la cattedrale di Zagabria

 

ma rifiutato perché non abbastanza potente per la capitale. Gli abitanti della zona si riuniscono nella cittadina l’ultimo finesettimana di settembre per “Branje Grožđa” (raccolta dell’uva), una fiera contadina con canzoni e balli popolari.

Vinagora

Se volete osservare il panorama più bello della regione dirigetevi verso il piccolo villaggio di Vinagora, a ovest di Pregrada, dove la Chiesa Pellegrina di Santa Maria si posa pittorescamente su un colle verde. Durante la costruzione venne fortificata per sostenere attacchi nemici, mentre oggi è circondata da un anello di arcate. La chiesa offre un panorama eccellente sul paesaggio ondulante dello Zagorje.

 

Opuscolo