Search

Est


Author: D. Gorenak; Source: Archives of varaždin Tourist Board

Strade del vino intorno a Sveti Ivan Zelina

Le famiglie che abitano sui monti intorno a Sveti Ivan Zelina coltivano vigneti da generazioni. La reputazione dei vini di questa regione (insieme all’uva autoctona Kraljevina Zelina) è in continua crescita, e diversi produttori stanno aprendo le proprie cantine per offrire degustazioni ai turisti. Potete

 

visitare il museo cittadino e ritirare una mappa delle strade del vino, oppure seguire la segnaletica marrone. Se desiderate organizzare una degustazione più formale accompagnata da proposte gastronomiche potete contattare l’Ente del Turismo che vi assisterà nell’organizzazione.

 

 


Varaždin

Una delle città barocche meglio conservate dell’Europa Centrale, nel suo centro Varaždin vanta una zona pedonale ricca di palazzi dipinti con colori pastello e chiese raffinate. Nel Settecento, per un breve periodo, la città fu capitale della Croazia, e questo spiega perché diverse famiglie nobili vi costruirono i propri palazzi. In mezzo al parco cittadino, accanto al centro, si trova il castello, un importante ricordo dei tempi in cui Varaždin fu una città di frontiera, una linea difensiva per la Croazia settentrionale contro

 

le avanzate dell’Impero Ottomano. Costruita con robuste torri medievali ed un cortile rinascimentale, il castello si presta benissimo ad ospitare le collezioni storiche del Museo Municipale. Dall’altra parte del ponte levatoio troviamo il Palazzo barocco di Sermage, che ospita la Galleria dei Maestri dell’Antichità e Contemporanei. Un altro museo di rilievo a Varaždin è il Museo Entomologico o “Mondo di Insetti” , con una ricca collezione di farfalle e modelli che illustrano la

 

vita segreta degli insetti. Gli amanti dell’architettura del paesaggio dovrebbero visitare il cimitero cittadino, trasformato in un parco da Hermann Haller, custode del cimitero e paesaggista di talento, nel 1906. È un esempio unico di come la paesaggistica possa convivere con la sobrietà del cimitero.



Author: D. Gorenak; Source: Archives of varaždin Tourist Board

Ludbreg

Ludbreg divenne un luogo di pellegrinaggio tramite regio decreto papale nel 1513. Un prete, durante la celebrazione della messa, ebbe il dubbio se il pane e l’acqua non si fossero trasformati veramente nel corpo e nel sangue di Cristo. Con stupore, egli stabilì che il vino si fosse realmente trasformato in sangue ed esso viene conservato ad oggi nella Chiesa della Santa Trinità, in una reliquia dorata regalatavi dalla contessa Batthany, il cui palazzo familiare è un’attrazione di rilievo nel patrimonio architettonico di questa piacevole cittadina rurale. Tantissimi pellegrini visitano Ludbreg nelle domeniche di fine agosto e inizio settembre, quando nella cittadina viene tenuta una fiera vivace.

Opeka

In mezzo ai monti a nord di Varaždin si trova l’oasi verde di Opeka, un arboreto fondato nell’Ottocento che risulta tra i più importanti giardini botanici del paese. Fu fondato dalla famiglia Bombelles nello stile di un parco all’inglese, ed è sopravvissuto al palazzo barocco che, purtroppo, oggi è in rovina. L’arboreto ospita centinaia di specie da tutto il mondo, insieme ad esemplari rari ed esotici. La città di Vinica è famosa per la sua acqua di sorgente ed il vino – siete liberi di scegliere quello che preferite!

 

 

 

Opuscolo